.Scarpa

Categoria: 

PAIGE CLAASSEN IN LIBERA SU ART ATTACK (8C) AL SASSO REMENNO

Sottotitolo: 
La Statunitense del team CAMP ha effettuato la prima ripetizione di una via in Val Masino aperta nel 2004 da Simone Pedeferri...

Redazione
3/10/2013
Tags: 
ripetizione
via
valmasino
art
attack
pedeferri
paige
claassen

Art Attack” (8c), tra le perle della val Masino, non è una via come le altre: è una delle più difficili placche del pianeta, una sfida riservata ai maghi della tecnica e dell'equilibrio....

Un muro impressionante di granito verticale, uniforme e compatto. 40 metri di difficoltà pura in crescendo, fino alla sommità del Sasso Remenno. Un capolavoro liberato da Simone Pedeferri nel 2004 e fino a pochi giorni fa ancora irripetuto. Perché “Art Attack” (8c), tra le perle della val Masino, non è una via come le altre: è una delle più difficili placche del pianeta, una sfida riservata ai maghi della tecnica e dell'equilibrio. Ma l'americana Paige Claassen, 23 anni, atleta C.A.M.P. ai vertici dell'arrampicata mondiale, ha tenuto duro fino all'ultimo e il 1° ottobre scorso è riuscita a realizzare il suo sogno: la seconda, incredibile salita di “Art Attack”.

 

«Ho lavorato la via per circa 20 giorni – racconta Paige –, con il caldo e l'umidità che mi hanno creato diversi problemi: l'aderenza non è mai stata ideale per salire una placca estrema di granito. Tuttavia le vie tecniche, che richiedono la massima concentrazione, sono la mia passione e “Art Attack” mi ha subito conquistata. Senza dimenticare che dopo la prima salita di Simone Pedeferri, quasi 10 anni fa, quel muro attendeva ancora una ripetizione. Così all'inizio è stata necessaria una paziente pulizia della roccia per studiare con precisione tutti i movimenti. La prima parte di “Art Attack” è in comune con un tiro di 7c, per cui il tratto chiave è in alto, in corrispondenza degli ultimi 4 spit: piccolissime tacche, appoggi aleatori e un allungo per me davvero al limite. Con la partenza per il Giappone programmata per il 3 ottobre non avevo troppo tempo a disposizione e, incurante delle condizioni ambientali che non giocavano a mio favore, ho provato e riprovato il tiro. Il giorno del successo, dopo un tentativo a vuoto con una caduta nei primi metri, mi sono sentita davvero scoraggiata: la giornata era grigia, piuttosto umida e ormai ero convinta che fosse finita. Tuttavia, anche perché non avevo alternative, ho deciso di tentare un'ultima volta e... ce l'ho fatta! È stata un'esplosione di gioia, anche perché mancavano soltanto due giorni alla partenza e non sapevo se sarei tornata in val Masino per completare quella fantastica via. Ora sono davvero felice e spero che anche altri climber subiscano come me il fascino di uno dei capolavori di Simone!».

 

Nei giorni precedenti Paige aveva già firmato in pochi tentativi la prima salita femminile di “Solitary Men” nella falesia di Strombix, poco distante dal Sasso Remenno. Si tratta di uno splendido 8b/b+ strapiombante che dimostra la polivalenza di una vera fuoriclasse!

 

 

 

L'Italia, dopo il Sudafrica e la Russia, è stata la terza tappa del Lead Now Tour: un progetto che, nel corso di un anno, sta portando Paige in 12 paesi del mondo (uno al mese) per affrontare altrettante sfide verticali e accendere così la voglia di avventura della gente. Ma non è tutto: Paige, con il Lead Now Tour, si propone di raccogliere fondi – 120 mila dollari, 10 mila al mese – per aiutare 12 organizzazioni internazionali attive a favore di donne e bambini che vivono in situazioni problematiche.

 

Durante il suo mese in Italia, Paige ha visitato più volte la sede di C.A.M.P. a Premana per collaborare con i tecnici dell’ufficio di Ricerca & Sviluppo; inoltre ci ha rilasciato una lunga intervista che ci ha permesso di conoscerla più a fondo: verrà pubblicata a breve, restate sintonizzati!

 

NEWS IN ENGLISH:

A huge incredible vertical slab. A legendary more and more difficult 40-meter route at Sasso Remenno crag, in the Central Alps close to the famous Piz Badile. “Art Attack” (8c) is one of the worlds hardest slabs: a unique route, an awesome extreme challenge for climbing wizards as American C.A.M.P. athlete Paige Claassen, 23, that achieved the 2nd ascent of this masterpiece since the FA by strong Italian Simone Pedeferri in 2004.

 

«I worked on “Art Attack” for about 20 days – Paige says –. It was a very frustrating process because the weather conditions were very bad for the month we were in Italy. It has been very warm and humid during our time in Italy, and this made climbing a slab on granite very difficult. However, I really enjoy climbs that are technical and require mental perseverance, so this was an important route for me. I was also interested in trying the route because since Simone Pedeferri established it in 2004, no one has repeated the route. I spent a lot of time cleaning moss and dirt off the route, and figuring out very precise beta. The route is an extension to a 7c, so the crux of “Art Attack” is the final four bolts of the route. Thin holds on very poor feet lead to a very long move that required the full length of my arms. Each day I tried the route, the rock was dry but the air was very wet and friction was very poor. However, I had a time limit because we planned to leave for Japan on October 3rd, so even though the weather was bad, I had to continue trying. On the day I sent the route, I tried once and fell low and was very frustrated. I had basically given up, but I decided to try again because I had no other options. Even though the conditions were quite wet, somehow I managed not to fall and I finished the route! I was very relieved because this was the second to last day of our trip and I wasn't sure that I would have the opportunity to complete the route. I'm very excited and I hope that other people will want to try this great route that Simone established!».

 

Before “Art Attack” Paige sent a fast first female ascent of wonderful “Solitary Men” (8b/b+) at overhanging Strombix crag close to Sasso Remenno.

 

Italy has been the 3rd stage of the amazing global event Lead Now Tour. Paige is crossing the world to attempt significant climbing challenges in 12 countries over 12 months to inspire people of all cultures to lead a life of adventure. Moreover she wants to raise $ 120,000 to enable women and children to sustain their own communities while solving diverse social problems. To make a donation, please visit www.crowdrise.com/leadnowtour.

 

During her month in Italy, Paige visited C.A.M.P. head office in Premana to cooperate with our R&D department. We made also a great interview to know deeper this strong American climber; it will be published soon in our website, stay tuned!

 

In the pictures:

- Concentration before face the “Sasso Remenno” (Ph. Jon Glassberg)

- Paige on “Art Attack” (Ph. Rich Crowder)

 

 

Aggiungi un commento