Categoria: 

Atleti di coppa in Val Casies tra sole e neve. Reichelt, Santus, Kostner, Zorzi 5°, Pancratov 7°

Maurizio Torri
15/2/2009

Parterre de roi alla Granfondo altoatesina, in 2.400 al via nella due giorni. Reichelt fa il bis nella 42 km, tra le donne vince la “carabiniera” Iellici. Non paga del podio in Coppa, Magda Genuin vince la 30 km insieme a Noeckler

Tom Reichelt, Florian Kostner e Fabio Santus: alla 26.a Gran Fondo Val Casies (42 km in tecnica libera) c'è un podio da Coppa del Mondo, con tanti "big" accorsi in Alto Adige a scaldare i motori in vista dei campionati del mondo di Liberec, che scatteranno la prossima settimana (18 febbraio).

Una gara decisa solamente allo sprint finale, proprio come un anno fa, con il tedesco Reichelt che, dopo il successo alla prima partecipazione nel 2008 (allor quando la gara fu inserita nel circuito di Coppa Europa), si è prontamente concesso il "bis" davanti al padrone di casa Florian Kostner (è altoatesino di Ortisei), lo scorso anno terzo.

Un successo sfuggito di mano per meno di un secondo (9 decimi per la precisione) al carabiniere altoatesino, che ieri (al pari di Reichelt e Santus) aveva corso la 15 km in tecnica classica di Coppa del Mondo di Valdidentro.

Dopo una prima parte di gara piuttosto tattica - con un gruppone di una trentina di atleti a proseguire compatto fino al 30° chilometro - la gara si è infiammata nei chilometri finali e, ancora una volta, è stata la salita conclusiva di Santa Maddalena ad imporre la selezione decisiva. Tant'è che, proprio in salita, in cinque si avvantaggiano sul resto del gruppo, ovvero il tedesco Reichelt e gli azzurri Florian Kostner, Fabio Santus, Bruno Debertolis e Cristian Zorzi, a scollinare nell'ordine in vetta, con lo spagnolo Ruiz ad inseguire ad una manciata di secondi ed il russo Pankratov visibilmente sofferente in volto.

Nella discesa conclusiva che portava sul rettilineo finale di San Martino, poi, erano in tre a portarsi al comando, ovvero Reichelt, Kostner e Santus, col tedesco (il più veloce del trio) ad anticipare la volata di quel tanto che basta per sorprendere i due azzurri (un film già visto un anno fa), costretti ad accontentarsi dei due gradini più bassi del podio.

Al quarto e quinto posto ci sono i due finanzieri trentini Bruno Debertolis (a 12" dal vincitore) e Cristian Zorzi (a 35"), con quest'ultimo a lamentare qualche problema di materiali proprio nel finale che, come caratteristiche, sembrava studiato su misura per lui (dopo aver scollinato con una trentina di metri di distacco, nella sola discesa finale ha perso 25"). Sesto è Ruiz, mentre il russo Nicolay Pankratov (atleta che vanta 3 vittorie in Coppa del Mondo, una individuale e due in staffetta) si deve accontentare del settimo posto, sorpreso dalla salita finale, troppo dura per i suoi gusti.

Nella granfondo femminile, invece, tutti aspettavano il duello tra la vincitrice della gara in tecnica classica di ieri Eugenia Bitchougova e la bellunese Veronica De Martin Pinter. Duello che c'è stato, ma solamente per i due gradini più bassi del podio. A brindare sotto il traguardo della gara di 42 km, infatti, è la trentina portacolori del CS Carabinieri Daniela Iellici, che ha preceduto le due favorite di giornata Bitchougova (seconda a 1'03") e De Martin Pinter (terza a 1'25").

Ma non è stata la sola granfondo di 42 km a dare spettacolo, che non è mancato nemmeno nella gara di 30 km. A regalarlo ci ha pensato l'azzurra Magda Genuin che, reduce dal terzo posto conquistato nella sprint di Coppa del Mondo di Valdidentro venerdì, ha letteralmente dominato la 30 km femminile, precedendo di ben 2'29" la seconda classificata (la trentina Clara Bettega) e di 2'31" la portacolori del GS Forestale Germana Di Padova, terza. Un risultato che conferma il grande stato di forma della bellunese, ora pronta a cercare gloria nella rassegna iridata di Liberec.

Nella gara di 30 km maschile, invece, successo per l'altoatesino delle Fiamme Oro Dietmar Noeckler che, dopo aver evitato un convulso sprint finale grazie ad un poderoso allungo ai 1000 metri dall'arrivo, ha chiuso a braccia alzate davanti al conterraneo Reinhard Kargruber e al portacolori del GS Forestale David Wieser, staccati rispettivamente di 1"7 e 5"8.

Si è chiusa così un'altra spettacolare edizione della Gran Fondo Val Casies, la cui starting list è stata nobilitata dai grandi campioni di Coppa del Mondo, che non hanno fatto mancare il necessario spettacolo, per la soddisfazione del comitato organizzatore presieduto da Walter Felderer, comprensibilmente raggiante, così come il sole primaverile che ha fatto da cornice alla gara. Gli arrivi, poi, si sono susseguiti per tutto il pomeriggio, per una due giorni di gare che ha visto al via ben 2400 partecipanti, consentendo alla Gran Fondo Val Casies di confermarsi la seconda granfondo italiana in quanto a partecipazione e prestigio.

Info: www.valcasies.com

Classifica 30 Km tecnica libera

Maschile:

1) Noeckler Dietmar 1.01.50; 2) Kargruber Reinhard 1.01.51; 3) Wieser David 1.01.56; 4) Tonet Davide 1.01.56; 5) Hackhofer Daniel 1.02.07; 6) Steinmair Alexander 1.02.37; 7) Noeckler Andreas 1.04.48; 8) Valerio Massimo 1.04.48; 9) Tonon Lino 1.04.49; 10) Taschler Stefan 1.05.14

Femminile:

1) Genuin Magda 1.05.09; 2) Bettega Clara 1.07.38; 3) Di Padova Germana 1.07.41; 4) Piller Marina 1.08.19; 5) Danner Regina (GER) 1.12.27; 6) Bettineschi Erika 1.12.37; 7) Schwingshackl Monika 1.14.37; 8) Felgenhauer Stefanie (GER) 1.14.51; 9) Puntel Valentina 1.19.49; 10) Noeckler Irmgard 1.23.08

Classifica 42 km tecnica libera

Maschile:

1) Reichelt Tom (GER) 1.29.07; 2) Kostner Florian 1.29.08; 3) Santus Fabio 1.29.12; 4) Debertolis Bruno 1.29.20; 5) Zorzi Cristian 1.29.43; 6) Ruiz Diego 1.29.50; 7) Pankratov Nicolay (RUS) 1.30.19; 8) De Zolt Roberto 1.30.20; 9) Grandelis Tullio 1.30.21; 10) Pietrogiovanna Daniel 1.30.21

Femminile:

1) Jellici Daniela 1.41.48; 2) Bitchougova Eugenia 1.42.49; 3) De Martin Pinter Veronica 1.43.14; 4) Erler Tanja (AUT) 1.44.32; 5) Haesch Barbara (GER) 1.47.06; 6) Schairer Sabrina (AUT) 1.47.29; 7) Costa Rosanna 1.50.39; 8) Jellici Carla 1.50.40; 9) Forstner Renate (GER) 1.52.33; 10) Danese Valentina 1.53.09

Aggiungi un commento