.Scarpa

Categoria: 

GIOCHI OLIMPICI LOSANNA 2020

Sottotitolo: 
La Svizzera vince la relay. Italia ai piedi del podio..

14/1/2020
Tags: 
giochi olimpiuci loasanna
graa staffeta
Villar

Assegnate le ultime medaglie olimpiche nello scialpinismo. A Villars sur Ollon la Svizzera vince la medaglia d’oro nella Relay. Caroline Ulrich, Thomas Bussard, Thibe Deseyn e Robin Bussard sono i nuovi campioni olimpici giovanili.

Martedì mattina sulle nevi di Villars sur Ollon è andata in scena l’ultima prova per lo scialpinismo nel programma di Lausanne 2020.
Nella stazione sciistica a Col de Bretaye sono state assegnate le medaglie nella gara Relay, una staffetta formata da quattro elementi, due ragazzi e due ragazze, che si alternavano lungo un percorso composto da due salite e altrettante discese, nella seconda salita è stato inserito anche un tratto a piedi.
Subito dopo il via è stata la Svizzera con Caroline Ulrich a prendere il comando della gara con l’Italia e la Spagna subito dietro, anche la Cina e la Francia erano nelle primissime posizioni. Il pubblico di Villars ha accompagnato tutti gli atleti sino a primo cambio, posto nel medesimo posto interessato nella Individual Race. Dopo la discesa i giovani atleti sono entrati nel tracciato di gara della Sprint Race disputata lunedì. La Svizzera ha cercato di mantenere la prima posizione dietro Silvia Berra (Italia), Maria Diez Costa (Spagna) battagliavano per contendersi le posizioni di rincalzo insieme alla francese Victoire Berger.
Nel primo cambio di testimone è stato l’atleta Thomas Bussard a iniziare per primo la seconda frazione, subito dopo sono transitate Spagna con Marc Radua Ivern, Italia con Luca Tomasoni e la Germania con Franz Eder.
In questa seconda frazione le posizioni non cambiano, la Svizzera continua la sua corsa verso la medaglia d’oro senza commettere errori. Dietro Spagna, Italia e Francia si devono accontentare di contendersi le medaglie d’argento e di bronzo. Cina, Germania perdono il contatto con i battistrada.
Nella terza è penultima frazione sono di nuovo le ragazze a scendere in campo, l’atleta Svizzera Thibe Deseyn può amministrare un vantaggio di circa un minuto e mezzo. Per la Francia scende in campo Margot Ravinel, per l’Italia Erika Sanelli e per la Spagna Ares Torra Gendrau.
All’ultimo passaggio di testimone la situazione si è assestata con la Svizzera in testa con quasi due minuti di vantaggio dietro la Francia, la Spagna e in quarta posizione l’Italia. Rocco Baldini parte cercando di tornare sulle code dello spagnolo Ot Ferrer Martinez, davanti il francese Anselme Damevin è imprendibile. Per tutta la frazione l’Itala e la Spagna combattono agonisticamente per la medaglia di bronzo.
La Svizzera con Robin Bussard anche nell’ultima parte di percorso non commette errori e si presenta sulla linea d’arrivo con un buon margine, fermando il cronometro in 35’07’’. La gioia per la medaglia d’oro è incontenibile, i quattro ragazzi si abbracciano sulla linea del traguardo con la consapevolezza di aver coronato un sogno.
La seconda e terza posizione si decidono sull’ultima curva, il francese Anselme Damevic con uno scatto fulmino vince la medaglia d’argento mentre la Spagna si mette al collo il bronzo.

Le Olimpiadi giovanili di Lausanne 2020 si chiudono nel migliore dei modi, lo scialpinismo ha dimostrato di avere tutti i titoli per rimanere nella famiglia olimpica ed entrare nel programma dei Milano-Cortina 2026 anche con gli atleti senior.
Il prossimo appuntamento per le Olimpiadi giovanili invernali sarà a Pyongyang nel 2024, la ISMF è già al lavoro per portare anche in Corea i giovani scialpinisti.

Aggiungi un commento