Categoria: 

VALTELLINA OROBIE 2021

Sottotitolo: 
Boscacci & Eydallin vincono il tricolore team. Classifiche & Foto!!

14/2/2021
Tags: 
valtellina orobie
scialpinismo
skialp
albosaggia
foto
classifiche
fisi

Partivano favorite e non hanno lasciato il minimo dubbio alle avversarie. Sempre davanti dall’inizio alla fine le due atlete del Cs Esercito Giulia Murada – Alba De Silvestro hanno vinto e convinto sulle nevi di casa.

Michele Boscacci e Matteo Eydallin sono campioni italiani team 2021. Al femminile gara e titolo per Alba De Silvestro – Giulia Murada, mentre ad aggiudicarsi il titolo master ci hanno pensato Graziano Boscacci – Stefano Lanzi. Festa grande quindi a casa Boscacci con tre titoli (quello maschile di Michele, quello femminile della compagna Alba e quello master di papà Graziano) in tre differenti categorie.

 

 

NUMERI E LIVELLO PER UNA VALTELLINA OROBIE MAI COSI’ BELLA:

il tanto annunciato freddo non è riuscito a rovinare la festa della Polisportiva Albosaggia che complice le abbondanti nevicate degli ultimi giorni è riuscita a proporre una Valtellina Orobie davvero spettacolare. La super classica del Meriggio ha sempre quel fascino “old style”, ma l’ultima inedita discesa è riuscita non poco a innalzare il tasso tecnico della competizione. Al via più di 100 coppie. Peccato che le master siano sempre troppo poche. Come da regolamento, non avendo completato il podio, Monica Sartogo e Stefania Valsecchi hanno vinto la gara, ma non il titolo.  

 

 

 

AL MASCHILE VERA BAGARRE:

sfida serrata tra le compagini del CS Esercito doveva essere e sfida serrata è stata. Sulla prima salita le due coppie accreditate al successo finale, quella del “local” Michele Boscacci in team con il piemontese Matteo Eydallin e l’altra composta da Robert Antonioli – Davide Magnini hanno imposto un ritmo forsennato. Questi due binomi sono rimasti praticamente insieme per almeno tre quarti di gara regalando suspance e emozioni a tutti coloro che, mantenendo le distanze e indossando le apposite mascherine hanno sfidato le rigide temperature per seguire in prima persona questa epica sfida. Una sfida risolatasi solo sul finale con l’allungo del duo Boscacci – Eydallin che ha avuto la forza di presentarsi in solitaria al traguardo di Campei. Secondo posto per Antonioli – Magnini, mentre terzi si sono piazzati i “Crazy Boy” William Boffelli – Alex Oberbacher. Ancora Esercito al quarto posto con Nadir Maguet – Damiano Lenzi. Quinti assoluti Filippo Beccari e il norvegese Inge Klette.

 

 

 

 

AL FEMMINILE LE RAGAZZE DI CASA COME DA PRONOSTICO:

partivano favorite e non hanno lasciato il minimo dubbio alle avversarie. Sempre davanti dall’inizio alla fine le due atlete del Cs Esercito Giulia Murada – Alba De Silvestro hanno vinto e convinto sulle nevi di casa. Alle loro spalle seconda piazza per le piemontesi Katia Tomatis – Ilaria Veronese, mentre terze si sono piazzate la trentina Elena Nicolini al via con la veneta Martina Valmassoi. Ai piedi del podio le camune Bianca Balzarini – Corinna Ghirardi e le valdostane  Tatiana Locatelli – Francesca Zucco.   

 

       

LA GARA:

tanta, tantissima neve e un tracciato degno di un campionato italiano. Temperature che oscillavano tra i -8° in partenza e i -12° in quota, una serie infinita di inversioni e discese da veri gourmet, alcune delle quali inedite. La gara uomini prevedeva un dislivello positivo di 2036 m d+ (5 salite), quella donne 1730 (4 salite). La Valtellina Orobie si è presentata alla sua 34ª edizione “vestita a festa”, come meglio non avrebbe potuto. Per l’occasione i tracciatori si sono superati; mica facile quando hai una sola montagna a disposizione, trovare ogni volta qualcosa di nuovo. Qualcosa che non sia facile e scontato perché tutti ogni anno atleti e appassionati si aspettano grandi cose dalla super classica delle gare sondriesi. Beh, questa volta i consensi sono stati unanimi.

 

 

 

 

NEXT STOP VAL MARTELLO:

per gli atleti della nazionale italiana il prossimo fine settimana sarà già tempo di coppa con la terza tappa di Ismf Skimountaineering World Cup in programma sabato e domenica in Val Martello. Calendario alla mano, sabato si correrà gara sprint, mentre domenica sarà la volta di prova individual. Essendo l’Alto Adige “zona rossa” alle gare saranno ammessi atleti e addetti ai lavori muniti di test molecolare. Non solo, per la serie “sicurezza prima di tutto”, sul posto il comitato organizzatore ha previsto un altro test anti Covid cui dovranno sottoporsi staff e concorrenti.       

 

 

CLICCA QUI per la classifica!!

 

CLICCA QUI per le foto by Maurizio Torri!!

Aggiungi un commento