Categoria: 

CAMPIONATI EUROPEI: SUL PORDOI E PIZ BO? IL FESTIVAL DELLO SKYRUNNING

Maurizio Torri
27/6/2009

- Il 17 e il 19 luglio si disputa in Val di Fassa il Campionato Europeo

- Si assegnano i titoli di Vertical Kilometer e Skyrunning

- Per la Dolomites Skyrace sarà la 12.a edizione

- Organizzatori pronti all’assalto degli appassionati: si chiude a 650

I “corridori del cielo” sono pronti per un’altra grande sfida: il Campionato Europeo di Skyrunning e di Vertical Kilometer.
Così Canazei, in Val di Fassa sulle Dolomiti trentine, ancora una volta si dimostra capitale indiscussa di questo sport che, pur “estremo”, si sta dimostrando sempre più sport di massa.
Lo scorso anno Canazei ha ospitato gli “Sky Games”, le olimpiadi d’alta quota, ora tocca al Campionato Europeo dopo una collaudata esperienza maturata con le prove mondiali del World Series. La Dolomites Skyrace è una gara che da anni va in “over booking”, nel senso che il tetto massimo previsto dagli organizzatori, 650 iscritti, viene raggiunto anzitempo, e pure quest’anno il trend è in grande crescita.
La gara clou sarà domenica 19 luglio, classico percorso di 22 chilometri che da Canazei si inerpica fino al Passo Pordoi lungo piste da sci, sentieri e mulattiere, poi dal passo sale fino alla forcella Pordoi attraverso un’interminabile serie di tornanti e scalini scavati nella roccia, quindi come ultima salita c’è l’attacco al Piz Boè, maestoso con i suoi 3.152 metri e cima più alta del Gruppo del Sella, con un tratto tra le rocce più adatto ai climbers che non ai runners.
Una gara che ha fatto storia e che annovera nel proprio albo d’oro i più forti atleti del mondo in assoluto di questa disciplina.
I due record da battere, maschile e femminile, appartengono allo sloveno Mitja Kosovelj, vincitore a Canazei nel 2007 col formidabile tempo di 2h04’53, mentre è fresco dello scorso anno quello femminile accreditato ad Antonella Confortola con 2h30’09”. La Confortola nel 2008 è stata la reginetta assoluta vincendo ben 4 medaglie d’oro in quel di Canazei.
La campionessa di fondo fiemmese vinse anche il Vertical Kilometer, che quest’anno verrà riproposto pari pari per l’Europeo venerdì 17 luglio, con partenza da Alba di Canazei, a 1.485 metri, e con finale sulla Crepa Neigra a 2.485 metri.
È davvero spettacolare il tracciato, col dislivello di un chilometro che si sviluppa su un percorso complessivo di 2,1 km e che, decisamente ad hoc, viene chiamato "Sentiero del Fulmine", con tratti di oltre il 50% di pendenza. Lo scorso anno la gara è stata vinta dal campione del mondo di scialpinismo Manfred Reichegger con il tempo record di 33’59’’, decisamente un …fulmine.
La partecipazione alle due gare, il “Vertical Kilometer” e la “Dolomites Skyrace”, è aperta a tutti gli atleti individuali e alle squadre nazionali. Solo gli atleti membri di federazioni nazionali o associazioni affiliate alla ISF potranno però competere per i titoli del Campionato Europeo di Skyrunning.
Le iscrizioni si possono perfezionare sul sito www.dolomiteskyrace.com entro il 15 luglio.

Aggiungi un commento