Categoria: 

SKY RACE MONTE CAVALLO

Maurizio Torri
10/9/2009

Domenica mattina alle ore 8.30 a Piancavallo partirà la seconda edizione della Sky Race Monte Cavallo gara di corsa in montagna che si corre attraverso tra le province di Pordenone e Belluno. Un tracciato spettacolare che toccherà i territori del Piancavallo e dell’Alpago.

Il percorso, segnalato e messo in sicurezza sabato scorso è in condizioni perfette, i responsabili assicurano che i concorrenti potranno godersi degli scorci naturalistici incantevoli. Domenica mattina sono attesi circa trecento atleti provenienti da tutto il Nord Est. Il percorso originale viene affrontato in gara per la prima volta, quindi non ci sono nemmeno i tempi di riferimento nei passaggi più importanti della gara. Lo scorso anno hanno vinto la gara disputata sul percorso di riserva a causa delle condizioni meteo proibitive, Paolo Larger con il tempo di 1.26.46 e Paola Romanin con 1.51.07. Domenica si prevede che i tempi saranno più alti.

La Sky Race Monte Cavallo è una manifestazione sportiva che non vuole essere solo un momento agonistico, ma vuole essere anche un punto di riferimento per la conoscenza di un territorio che molte volte, seppur fantastico e ricco di storia, è meno frequentato rispetto alle vicine Dolomiti. La manifestazione, organizzata dal Team Montanaia Racing, con la collaborazione del Soccorso Alpino delle sezioni Alpago, Maniago, Pordenone, e Valcellina, del CAI Sezione di Pordenone e delle Sottosezioni di Aviano e Alpago, del gruppo Alpinismo Giovanile CAI Pordenone, dei gestori del Rifugio Semenza, del Radio Club B. Zanon, della Protezione Civile e dell’Ana di Aviano, conta circa cento volontari che garantiranno servizi e sicurezza a tutti gli atleti.

Da mercoledì non si può più pagare la quota d’iscrizione tramite bonifico, si pagherà quindi al ritiro pettorale, è comunque consigliabile preiscriversi per avere il posto assicurato. Il comitato organizzatore ha predisposto il servizio docce e inoltre ci saranno due massaggiatori all’arrivo per far smaltire agli atleti l’acido lattico accumulato lungo i sentieri del monte Cavallo.

Le iscrizioni sono aperte on line sul sito www.montanaiaracing.it

Il percorso

Il percorso della gara si sviluppa nel gruppo montuoso Col Nudo-Cavallo, tra le province di Pordenone e Belluno. La manifestazione avrà luogo a Piancavallo, nota località turistica, situata ai piedi dell'omonimo gruppo. Il monte Cavallo, detto anche Cima Manera dall’inconfondibile forma ben visibile da tutta la pianura friulano-veneta, insieme con i suoi satelliti, il Cimon dei Furlani, il Cimon di Palantina, il Monte Tremol e Colombera, verrà interamente aggirato per un totale di circa 20 chilometri e 1650 metri di dislivello in salita.

La partenza avverrà presso il Palaghiaccio (1270 mt). Con orientamento Nord-Nord-Est si scende verso il Pian delle More, in circa quattro chilometri di strade sterrate e poi percorrendo il sentiero 925, ci si porterà all’antica sorgente naturale del Tornidor per poi dirigere verso l’erta Val Grande. Si raggiungerà quindi l’omonima Forcella (1926 mt.) situata tra il Monte Caulana e il ramo nord-orientale del Monte Lastè.
Attraversando l’altipiano carsico della alta Val Sperlonga, con mirabili panorami sulle Dolomiti Cadorine e della Sinistra Piave, si incomincia ad aggirare tutto il versante Nord del gruppo del Cavallo. Transitando alla Forcella Lastè (2040 m) punto più alto della gara, si scenderà rapidamente al Rifugio Semenza (2020 m) per imboccare la Val de Piera a destra sul sentiero 926. Con veloce discesa e rasentando la Cima delle Vacche, si raggiungerà il punto più basso Malga Pradosàn, a 1338 metri di quota.

Da località Pian delle Lastre avrà inizio l’ultima lunga risalita. Dapprima su strada sterrata e poi per vecchi pascoli attraversati dal sentiero 923, si raggiungerà con andamento regolare la bella conca della Casera Palantina (1521 mt.). Ora dirigendosi verso SSE il percorso si fa più ripido e tutto d’un fiato condurrà direttamente a Forcella Palantina (1778 mt).

Lasciati alle spalle la Val Belluna, le sue Dolomiti con il lago di Santa Croce e il vasto altipiano del Cansiglio, si ridiscende rapidamente alla Baita Arneri (1627 m). Da qui percorrendo in leggera salita il panoramico sentiero Gerometta, ci si porta ad incrociare il sentiero CAI 924 in Val Sughet, sotto le meravigliose balze rocciose del Cimon dei Furlani, della Palantina e della Cima Manera.

Con ripida discesa, in direzione sud, si arriverà rapidamente a Casera Capovilla, da dove in breve si raggiungerà il Palaghiaccio e quindi alla fine del percorso.

Programma

Venerdì 11 settembre 2009
24:00 Chiusura preiscrizioni. Sarà discrezione della direzione accettare iscrizioni al momento del ritiro pettorale anche per atleti non preiscritti
Sabato 12 settembre 2009
13:00-18:00 (Palaghiaccio): Ritiro pacchi gara e pettorali
14:30-15:20 (Palaghiaccio): Iscrizioni Skyrace dei ragazzi
15:30 (Palaghiaccio): Partenza Skyrace dei ragazzi
16:30 (Palaghiaccio): Premiazioni Skyrace dei ragazzi
18:00 (Sala Convegni o Palaghiaccio): Briefing di apertura con presentazione gara
Domenica 13 settembre 2009
06:00-08:00 (Palaghiaccio): Ultime consegne pacchi gara e pettorali
08:15 (Palaghiaccio): Ritrovo atleti e controllo materiale
08:30 (Palaghiaccio): Partenza competizione per tutte le categorie
10:30-11:00 (Palaghiaccio): Arrivo previsto primo atleta
11:00 (F.lla Val Grande): Chiusura cancello orario (chi arriva più tardi dovrà consegnare il pettorale e rientrare per la Val Grande)
13:00 (Palaghiaccio): Pranzo per gli atleti
14:30 (Palaghiaccio): Cerimonia di premiazione
15:30 (Palaghiaccio): Tempo massimo per entrare in classifica

Skyrace dei ragazzi

La Sky-race dei ragazzi è la festa dei giovani atleti. E’ aperta ai bambini e ragazzi di tutte le età che sono invitati a disputare una breve gara di corsa in montagna, adeguata alle loro capacità.
Il percorso, articolato nella zona circostante il Palaghiaccio, deve essere visto anche come una opportunità per conoscere e apprezzare il territorio e le sue peculiarità naturalistiche. La manifestazione sarà organizzata e gestita da un gruppo di amici, già molto attivi nelle attività outdoor dedicate ai ragazzi: la struttura dell'Alpinismo Giovanile del CAI di Pordenone. Sarà pertanto una manifestazione mirata alle aspettative ed esigenze dei nostri giovani atleti.
L’obiettivo è lanciare un messaggio di valori forti di sport e amicizia. Un’esperienza all’aria aperta che lasci un segno, e possa contribuire ad accrescere la voglia di sport nei nostri ragazzi.
Sarà un modo per condividere lo sport in montagna, con una grande festa in famiglia. A conferma dello spirito aperto e dedicato a tutti i nostri ragazzi, anche i più piccini, verranno premiati tutti i partecipanti iscritti.

Programma
14:30-15:20 (Palaghiaccio): Iscrizioni
15:30 (Palaghiaccio): Partenza
16:30 (Palaghiaccio): Premiazioni

Aggiungi un commento