Categoria: 

URBAN ZEMMER E ANNA FROST VINCONO IL VERTICAL DEL LATEMAR

Maurizio Torri
31/8/2009

Uno strepitoso Urban Zemmer del Team La Sportiva, ha vinto oggi Il Vertical Kilometer del Latemar, settima gara del campionato italiano per sky runner. Tra le donne si è imposta la neozelandese Anna Frost, che ha battuto la favorita Antonella Confortola.

In Photogallery alcune immagini della gara, in Download le classifiche!!!

Per l’alto atesino si è trattato di un bis, Zemmer vinse anche la gara lo scorso anno. La gara partita dai 1670 m del rifugio baita Gardonè è arrivata ai 2670 m del rifugio Torre di Pisa nel cuore del Gruppo Dolomitico del Latemar, 1000 metri di progressione assai ripida con uno sviluppo di 3300 metri. Gli organizzatori: la Sat di Predazzo, l’Unione Sportiva Dolomitica con il patrocinio della Provincia di Trento, della F.S.A, del Comune di Predazzo, della Regola Feudale e della Società Latemar 2200, a seguito di alcuni lavori sulle piste, nella zona poco sopra la partenza hanno modificato il tracciato e quindi lo strepitoso tempo di Zemmer che ha vinto in 35’ 49” lo si può considerare il nuovo record della manifestazione. Il record della prima edizione del Vertical del Latemar era il 1999 dell’inossidabile Pio Tomaselli di 36’23” passa alla storia come imbattuto.

Per la cronaca il cinquantenne Pio oggi è arrivato sesto staccato dal vincitore di 3’56”. Dopo le scaramucce della partenza, necessarie per guadagnare le prime posizioni Zemmer in compagnia dell’alto atesino delle Fiamma Gialle Roland Clara e del bellunese del Dolomiti Ski Alp Alessandro Follador seguiti dal fiemmese della Valetudo Sky Runing Paolo Larger, guadagnavano le prime posizioni. Poi all’inizio del ripido pendio erboso Zemmer imponeva il suo ritmo. Cercavano di tenere gli altri, ma senza riuscirci, così Follador ad un terzo di gara doveva lasciare la compagnia di testa. Dopo metà percorso era Roland Clara che cedeva al ritmo di Zemmer che saliva con siltario vincendo la dodicesima edizione del Vertical del Latemar in 34’56”. Al secondo a 44” dal vincitore il fondista della nazionale Roland Clara, ottimo terzo lo sci alpinista Alessandro Follador in 37’34”. Quarto posto per Paolo Larger, con il tempo di 38’33”. Quinto è giunto il portacolori dello Ski San Martino in 39’11” e sesto il sempre verde PioTomaselli dell’U.S. Cornacci, in 39’11”. Buon nono posto per Cristian Zorzi Zorro a 4’17” dal vincitore, che ha preceduto il fassano Ivo Zulian. Diciottesimo l’ottimo Antonio Molinari, che ha fatto una prova d’allenamento.

Tra le donne subito dopo il via si è messa a fare il ritmo la veneta dell’atletica Complico Veronica Martin Pinter, ben presto superara dalla fiemmese della Forestale Antonella Confortola e dalla neozelandese Anna Frost, che ha imposto una cadenza impossibile anche all’atleta di casa. All’arrivo la Frost ha fatto segnare il tempo di 43’9”, seconda la Confortola, staccata di 31”, terza Veronica Demartin Pinter in 46’54”. Quarta Debora Cordone, quinta Jennifer Senik.
La gara era valida quale settima prova del campionato italiano di Sky Running dove in testa tra gli uomini è ora Alessandro Morassi, sguito da Matteo Piller Hoffer e terzo è il trentino Larger. Tra le donne nella classifica tricolore consolida la sua leadership Paola Romanin, oggi decima

Interviste

“Sono molto contento – dice Urban Zemmer - di questa vittoria, poiché la gara oggi presentava piuttosto impegnativa, con i migliori skyrunners italiani. Sono partito con Clara e Follador, poi ho fatto il mio ritmo ed ho visto che non riuscivano a starmi dietro. Ho anche fatto un buon tempo, che è, dato il tracciato modificato il nuovo record”.
Roland Clara un secondo posto che non si aspettava.

“Oggi al via mi sono guardato intorno ed ho visto i più forti skyrunners del panorama italiano e mi sono detto che sarà dura. Avevo la certezza sulla vittoria di Urban, il mio secondo posto i è davvero una bella soddisfazione e ho fatto un ottimo allenamento”.

Anna Frost la neozelandese che vive in Galles dice: ”Sono felice per aver vinto e sono molto contenta per aver fatto una gara che ha un tracciato bellissimo in un ambiente davvero straordinario”.

Antonella Confortola oggi ha ceduto lo scettro e rimandato l’appuntamento con l’ottava meraviglia del Vertical del Latemar “La Frost è molto forte sapevo che avrei dovuto combattere mi va bene il secondo posto. A parte una piccola variante sul tracciato dal mio tempo 41’19” la Frost è stata lontana”.

Aggiungi un commento