Categoria: 

TOR DE GEANTS 2019 - COURMAYEUR (AO)

Sottotitolo: 
Freddo e neve hanno rimescolato le carte in tavola...

9/9/2019
Tags: 
TOR DE GEANTS
courmayeur

Una partenza emozionante nonostante il freddo, accolta da tantissime persone. Ora, però, al Tor des Géants® si inizia a fare sul serio...

Prima giornata tra freddo e neve, trovata ai 2571 metri del Col Arp, un gruppo di sette atleti ha provato a afre la differenza. Sono l’altoatesino Peter Kienzl – determinatissimo a lottare fino alla fine – ed il valdostano Franco Collé, rispettivamente terzo e primo l’anno scorso. Con loro anche Oliviero Bosatelli, vincitore nel 2016. Nelle posizioni di alta classifica anche l’italiano Francesco Cucco, il canadese Galen Reynolds (secondo nel 2018), il romeno Ionel Cristian Manole ed il francese Olivier Romain.

Combattuta anche  la classifica femminile, con la francese Sonia Furtado partita fortissima, Silvia Ainhoa Trigueros Garrote e, terza, Jocelyne Pauly. E' fuori dai giochi Lisa Borzani, la vincitrice del 2016 e del 2017, costretta al ritiro per un dolore al ginocchio dopo una ventina di chilometri.

Il tempo non è molto amico degli oltre 900 runners: già nella prima parte di gara hanno trovato la neve, oltre a molto vento gelido e temperature rigide. Dopo la base vita di Valgrisenche, la notte ha presentato le insidie di diversi colli, tra cui il Col Loson che, coi suoi 3.299 m, è il punto più alto della corsa.

Aggiungi un commento